SEO per e-commerce guida: come ottimizzare schede prodotto e pagine del tuo shop!

Mini guida SEO per ottimizzazione pagine ecommerce

La guida SEO per ottimizzare il tuo sito e-commerce, migliorando la visibilità del tuo shop ed incrementando le vendite

In questa Guida SEO per E-Commerce, ti descriviamo le tecniche principali per migliorare il posizionamento web delle tue pagine e delle tue schede prodotto nel tuo shop:

1) SEO per e-commerce Guida: keyword strategy per pagine e schede prodotto

La keyword research (l’analisi e la scalta della corretta parola chiave) è la base per l’ottimizzazione delle pagine e delle schede prodotto.

Ci sono un’infinità di tool online per analizzare le keywords più in linea con il tuo business, che ti permettono di valutare sia i volumi di ricerca che il gradi di competitività delle parole chiave che ti interessano.

Elenchiamo i principali:

Alcuni consigli per la scelta delle tue parole chiave:

  • Cerca di focalizzarti sull'”intento di ricerca” dell’utente.
  • Non fissarti solo sul volume di ricerca della parola chiave che ti interessa, concentrati sulle key che “convertono” meglio (utilizza i tool di Analytics elencati in precedenza).
  • Ottimizza le pagine di prodotto con frasi chiave che contengano un “intento transazionale”.

Cosa sono le keyword “transazionali”? Le parole chiave “transazionali” sono parole chiave che vengono generalmente digitate dalle persone che desiderano acquistare un prodotto/servizio).

Esempio:

  • “scarpe Nike offerta”
  • “Galaxy Samsung dove comprarlo”

Un’ottima strategia potrebbe essere quella di realizzare articoli che descrivono le funzionalità del nuovo smartphone Samsung (con parole chiave “informative”), in modo da “rindirizzare” gli utenti che arrivano su questa pagina, verso la pagina di vendita del telefono.

Cosa sono le keyword “informative”? Le parole chiave “informative” sono parole chiave che vengono digitate dai navigatori che sono alla ricerca di informaziioni su caratteristiche e peculiarità di un prodotto/servizio.

Esempio:

  • “Galaxy samsung camera come funziona”
  • “Quali sono le Nike squalo?”

2) Meta Tag “Title” e Meta “Tag Description” nella pagine prodotto

 Meta Tag "Title" e Meta "Tag Description" nella pagine prodotto
Esempio pagina prodotto con info Brand, nome e info articolo

FONTE IMMAGINE: MAXI SPORT

Inserisci in ogni pagina relativa ad ogni prodotto i corretti “meta tag title” e “meta tag description” contententi le seguenti informazioni:

  • Il Brand del prodotto
  • Il nome del prodotto
  • Il numero del modello/codice
  • Ecc …

Esempio di dei tag utilizzati nella pagina del modello nike in alto:

<title>NIKE – AIR VAPORMAX PLUS – Tutte – Sneaker – Scarpe</title>

<meta name=”description” content=”Nike CK0900 Air Vapormax Plus Scarpe Sneaker Uomo” />


ATTENZIONE!

Per la descrizione delle tue pagine e schede prodotto, non utilizzare la descrizione che ti comunica il tuo fornitore, limitandoti ad effetuare un semplice “copia ed incolla”.

Questi contenuti, infatti, potrebbero ssere totalmente NON ottimizzati per i motori di ricerca. Il nostro consiglio, pertanto, è quello di partire dalla descrizione del prodotto fornito dall’azienda partner, migliorandola ed ottimizzandola secondo le tue necessità.

3) SEO per E-commerce Guida: “Rich Snippet” e “Structured Data”

Implementare gli “structured data” permette di mostrare il tuo prodotto nella SERP sotto forma di “rich snippet”, incrementando:

  • Numero dei clic
  • Il CTR della pagina
  • Incrementare le vendite

Cos’è un “Rich Snippet”? I Rich Snippet (noti anche come “Risultati ricchi”) sono quei risultati di ricerca di Google che visualizzano determinati dati aggiuntivi. Questi dati “extra” vengono estratti dai dati strutturati trovati nell’HTML di una pagina. I tipi di Rich Snippet comuni includono recensioni, ricette ed eventi.

SEO per E-commerce Guida: "Rich Snippet" e "Structured Data"
Esempio di “Rich Snippet” generato da “Structured Data”

Cosa sono gli “Structured Data”? Schema markup (schema.org) è una tiplogica di “dati strutturati” che permette ai motori di ricerca comprendere meglio le informazioni su un determinato sito web, restituendo contemporaneamente al navigatore i cosidetti “Rich Snippet” (“risultati ricchi” con maggiori informazioni).

Scopri di più sugli “Structured Data”

4) SEO per E-commerce Guida: Pagine FAQ

Implementare una pagina FAQ per il tuo e-commerce è un aspetto importantissimo, perchè:

  • Rispondi in “real time” alle domande principali dei tuoi clienti potenziali, offrendo loro un utile servizio informativo.
  • Crei nuovi ed importanti contenuti da “dare in pasto” a Google, migliorando il posizionamento del tuo sito internet.
  • “Rafforzi” ed ottimizzi l’intera struttura del tuo sito internet, collegando le varie “pagine prodotto” alle pagine FAQ.
  • Dando la possibilità d aggiungere dei commenti, contribuisci a nutrire la “UGC” – “User Generated Content” (contenuti creati dagli utenti).
  • Accelera il procasso di acquisizione delle informazioni sul prodotto ricercato, riducendo il rischio che il navigatore esca dal tuo sito, comprando lo stesso prodotto dalla concorrenza.
  • Ricuce la Frequenza di Rimbalzo “Bounce Rate”: se hai una conoscenza base di Google Analytics, sai quanto sia importante evitare che il navigatore atterrando sul tuo sito, esca dopo pochi secondi, senza visualizzare altre pagine …
  • Incrementi le vendite: favorendo il “Cross Selling” (la vendita di prodotti complementari a quello cercato dall’utente) e l’ “Up Selling” (la vendita di prodotti “premium” rispetto a quello cercato dall’acquirente).

5) Prodotti “unici” con Meta Description “uniche”

Inserisci descrizioni uniche anche a prodotti “simili”

Quando inserisci un nuovo articolo, ricordati di inserire una descrizione “ad hoc” per il tuo prodotto, differenziando il più possibile da altri prodotti simili.

Sembra uun fatto scontato, tuttavia, può capitare di inserire descrizioni identiche o simili per più di un prodotto.

Questo errore può capitare soprattutto quando gestisci più “varianti” di uno stesso prodotto (ad esempio una T-shirt bianca/nera, con 4 taglie differenti – small/medium/large/x-large).

Se presti attenzione a questo “dettaglio”, ti accorgerai che ogni “variante” di un articolo può «rankare» (posizionarsi per particolari parole chiave), in maniera diversa e funzionale alle esigenze di ogni cliente potenziale.

Ovviamente non dimenticarti mai di inserire nella pagina prodotto, nella scheda prodotto e nella meta description le parole chiave della marca che stai promuovendo.

In questo modo, fornendo ai consumatori informazioni dettagliate, faciliterài il loro processo d’acquisto, aumentando le tue vendite.

6) Guida SEO per Ecommerce, gestione delle pagine stagionali: NON rimuoverle!

SEO per e-commerce guida, gestione delle pagine stagionali
Inserire le pagine di prodotti “stagionali” in sezioni/categorie specifiche

Un altro errore che viene spesso commesso da chi gestisce gli ecommerce è quello di rimuovere (mettere offline) le pagine “stagionali”, cioè quelle pagine relative ad articoli che si vendono solo d’estate, d’inverno oppure durante determinate ricorrenze.

In questo caso, la tattica migliore per conservare queste pagine è:

  1. Lasciare la pagina comunque online.
  2. Ridurre la sua visibilità, eliminando il suo collegamento da menù principale/menù secondario o dalla homepage.
  3. Inserire questa pagina all’interno di una specifica “categoria madre”, che tratta un determinato argomento.

Amazon ad esempio, ha dedicato una sezione specifica per i prodotti scontati/in promozione per gli eventi “Black Friday”: https://www.amazon.com/black-friday/

Grazie a questo accorgimenti portai:

  1. conservare la tua pagina online, senza fargli perdere posizionamento,
  2. Ottimizzarne il rendimento, inserendola in una sezione specifica, in linea con gli eventi di stagione.

7) NON rimuovere le pagine “Out of Stock”

Reindirizzare le pagine “out of stock” ad altri prodotti d’interesse

Un ulteriore consiglio è quello di prestare attenzione sulle tue pagine “Out of Stock!

In molti ecommerce, purtroppo, capita di arrivare su pagine con prodotto “esaurito”, senza alcun vantaggio per il navigatore che “atterra” sulla pagina.

Questo è un grave errore, perchè l’utente:

  1. arriva su una pagina “morta”, con un prodotto che non può acquistare.
  2. può decidere di uscire direttamente dal sito, senza visitare altre pagine, facendo aumentare la “frequenza di rimbalzo”.
  3. non trovando quello che cerca, può fare da “cattivo testimonial” del tuo Brand.

Dunque, cosa fare per valorizzare le pagine “Out of Stock”?

Un’utile strategia può essere quella di reindirizzare il navigatore dalla pagina “Out of Stock” ad un’altra pagina prodotto particolarmente interessante per l’utente (in funzione della stagionalità o di determinati eventi commerciali).

8) Testimomianze e recensioni dei clienti

Chiedi in maniera “proattiva” le recensioni ai tuoi clienti!

Come puoi facilmente intuire, le testimonianze genuine dei clienti che hanno provato i tuoi prodotti, possono contribuire sensibilmente alla promozione positiva del tuo Brand.

Le recensioni, inoltre, contribuiscono a creare fiducia, specialmente se hai un endorsement da un cliente più famoso.

È stato stimato che le pagine prodotto con recensione, convertono circa il 58% in più delle pagine senza recensioni.

Dunque, è fondamentale attivare tattiche funzionali all’ottenimento di recensioni positive da parte del proprio pubblico.

Le recensioni, infine, sono anche un contenuto “fresco”, in continuo aggiornamento, particolarmente apprezzato dall’indicizzazione di Google.

9) Immagini e video efficaci

Quando compili la tua scheda prodotto (all’interno della pagina specifica), è fondamentale che tu aggiunga un’ immagine ed un video efficaci dell’articolo che vuoi vendere.

  • Foto professionali: di norma, le foto di un e-commerce dovrebbero essere sempre di buona qualità, con un background preferibilmente bianco, in modo da far risaltare il prodotto. Se vendi articoli di brand più o meno noti, i tuoi fornitori dovrebbero sempre consegnarti gli scatti migliori dei propri prodotti. Invece, nel caso in cui tu debba procurarti in utonomia le immagini, ti consigliamo vivamente di ingaggiare un fotografo professionista per i tuoi shoot still life.
  • Video professionali: anche per i video, ti consigliamo di farteli realizzare da dei professionisti, in modo da presentare al meglio il tuo prodotto. Con dei buoni video (ancora più che con le immagini) puoi fare la differenza, descrivendo nel dettaglio le caratteristiche ed il valore aggiunto dei tuoi articoli.

10) “Audit” delle pagine prodotto

Come creare una Strategia SEO di successo
SEO audit delle tue pagine prodotto

Di tanto in tanto, ricordati di effettuare un audit (verifica) delle pagine dei tuoi prodotti.

In alcuni e-commerce, soprattutto in quelli più ampi, può capitare che ci siano pagine che presentino particolari criticità, come:

  • Contenuti “simili”.
  • Tag del titolo duplicati e meta descrizioni.
  • Tempi di caricamento della pagina lenti.
  • Link interrotti.
  • Contenuto vecchio o non più d’interesse.
  • Errore pag. 404.
  • Dati strutturati mancanti.
  • Ecc…

Per quanto riguarda le pagine con contenuti simili, Google potrebbe interpretare questi articoli come contenuti “duplicati”, penalizzandone il posizionamento e dividendo la “SEO juice” tra le diverse versioni della pagina.

Per evitare questi problemi, controlla le tue pagine, accertandoti quali elementi tecnici e di contenuto potrebbero essere ottimizzati.

A questo scopo puoi utilizzare il seguente tool:

  • SEOZoom

Potrebbero interessarti anche:

nimble_asset_freccia-call-to-action

Guida SEO Aggiornata

SEO Trend 2022

Come creare una Strategia SEO efficace

Apparire tra i primi sulla Mappa di Google

Ottimizzazione Scheda Google My Business

Corso Google My Business

Link diretto recensioni Google My Business