Come ottimizzare Google My Business: come configurare correttamente la tua scheda GMB

Come ottimizzare Google My Business: come configurare correttamente la tua scheda GMB

Come apparire nelle prime 3 posizioni del “Local Pack” di Google

Come ottimizzare Google My Business per apparire nelle prime 3 posizioni del “Local Pack di Google?

Cos’è il Local Pack di Google?

Il Local Pack di Google è quello “snippet” della “SERP” che mostra i primi 3 risultati (Attività Locali) contenente: nome attività, telefono, email ed eventuale sito web. Le informazioni riportate vengono anche chiamate “NAP” (Nome, Address, Phone). Oltre a questi dati, possono essere mostrati anche gli orari di apertura, le recensioni e le domande /risposte degli utenti su una determinata Attività.

Esempio Lacoal Pack di Google, prime 3 posizioni
Esempio prime 3 posizioni del “Local Pack” di Google

In questo articolo ti diamo alcuni consigli per configurare correttamente la tua scheda GMB, per puntare a posizionarti nelle prime 3 posizioni di sulla mappa di Google.

Prima di cominciare, vediamo quali sono i principali fattori responsabili del posizionamento locale del tuo business:

  • #1 RILEVANZA IN FUNZIONE DELLA QUERY DIGITATA DALL’UTENTE: per far si che ta tua Attività compaia tra le prime 3, devi realizzare una scheda GMB quanto più precisa e dettagliata possibile, aggiornandola frequentemente.
  • #2 PROSSIMITA’ DELL’ ATTIVITA’ IN BASE ALLA POSIZIONE DELL’UTENTE: se nella query digitata dal cliente è presente la località dove si trova la tua Impresa, è probabile che Google cercherà di mostrare al navigatore le attività commerciali che per tipologia e localizzazione sono più in linea con la ricerca dell’utente (compresa la tua). Tieni presente che se la località non è specificata, Google prende come riferiemnto l’IP del computer o il GPS dello smartphone, calcolando la distanza tra l’utente e quelle attività che soddisfano la richiesta del navigatore, scegliendo quelle più vicine allo stesso.
  • #3 PROMINENZA (NOTORIETA’ DELL’IMPRESA OFF-LINE): la prominenza è legata alla notorietà di una attività locale off-line e onl-ine (recensioni, da quando è aperta la scheda, ecc …)

Come ottimizzare Google My Business: elenco degli elementi che suggersicono al navigatore di “cliccare” sulla tua scheda GMB (in ordine d’importanza)

Chiariti i principali fattori responsabili del posizionamento sulla scheda di Google My Business, vediamo quali sono gli elementi che influenzano il “clic” del navigatore sulla tua mappa:

  1. Quantità delle recensioni
  2. Rating delle Recenzioni: Rating elevato (4,5-5 stelle).
  3. Qualità del testo delle recensioni
  4. Prossimità del business al punto di ricerca
  5. Funzione messaggi attiva
  6. Orari configurati correttamente
  7. Possibilità di prenotazione attraverso la scheda
  8. Frequenza aggiornamento post
  9. Sezione domande con FAQ create dal business stesso
  10. Completezza della scheda.

Come ottimizzare Google My Business: elenco dei fattori che determinano la qualità del tuo profilo GMB (in ordine d’importanza):

Come ottimizzare Google My Business: elenco dei fattori che determinano la qualità del tuo profilo GMB
  • #1 CATEGORIA PRIMARIA (PRIMARY GMB CATEGORY): verifica di aver scelto la categoria che identifica maggiormente la tua attività.
  • #2 KEYWORDS NEL TITOLO (KEYWORDS IN GOOGLE MY BUSINESS TITLE): inserire le/la parole chiave nel titolo della tua attività. Esempio: se hai una panetteria, è meglio nominare la tua Impresa con: “Panetteria F&C” che solo con F&C Srl. Per dovere di cronaca, il regolamento di GMB dice che dovresti inserire solo il titolo dell’Attività, senza parole chiave particolari, perchè ci potrebbero essere delle penalizzazioni.

CONSIGLIO: se hai problemi di “visibilità”, considera di poter cambiare nome alla tua attività inserendo almeno una parola chiave. C’è da precisare che, in base alle “direttive” Google, il “trucco” di accompagnare il nome dell’attività a delle parole chiave, equivale a fare “spam”. Secondo la mia esperienza, tuttavia, questo non avviene, a meno che non si faccia un “abuso” delle parole chiave nel nome della tua Attività. Dunque, inserire almeno una parola chiave vicino al nome della tua Impresa non dovrebbe penalizzarti! E comunque, “il gioco vale la candela”!

  • #3 VICINANZA ALL’INDIRIZZO DI RICERCA (PROXIMITY OF THE ADDERESS TO THE POINT OF SEARCH): come accennato, Google posiziona più in alto le Attività che si trovano più vicino all’utente in movimento e che sono in linea con le esigenze del navigatore.

CONSIGLIO: se disponi di più di una sede “fisica” o di in “magazzino” (una location dove puoi comunque ricevere/consegnare merce), valuta di aprire un nuovo indirizzo su GMB. Questo potrebbe “smarcarti” da alcuni concorrenti, conquistando visibilità sul “Local Pack”!

  • #4 PHISICAL ADDRESS IN THE CITY OF SEARCH: anche in questo caso, più le informazioni locali (Città, Comune, Indirizzo, N°civico, ecc ..) di un business sono dettagliate, tanto più GMB mostrerà ai vertici la tua avvività.
  • #5 SCELTA DELLE CATEGORIE SECONDARIE (ADDITIONAL SECONDARY CATEGORIES): Google offre la possibilità di inserire delle categorie secondarie (fino a 10) che identificano la tua Impresa.

CONSIGLIO: un utile accorgimento per rafforzare la tua scheda è scegliere al massimo 2/3 “categorie secondarie” per la tua Attività (quelle più coerenti con il tuo business!)

  • #6 LOTTA ALLO SPAM (REMOVAL OF SPAM LISTING): Google ha fatto della lotta allo spam una delle sue politiche più importanti. E’ fondamentale evitare lo spam (soprattutto per quanto riguarda le recensioni), prendendo parte attiva nella segnalazione di comportamenti illeciti.
  • #7 COMPLETEZZA DELLA SCHEDA (COMPLETENESS OF GMB LISTINGS): la tua cheda GMB deve essere completata correttamente (completa di tutte le informazioni della tua attività: prodotti/servizi, orari di apertura, immagini/foto), deve essere aggiornata costantemente (caricamento immagini/foto, creazione di nuovi post su eventi/novità, ecc) , deve avere delle ottime recensioni e deve avere la gesione “domande e risposte” implementata.
  • #8 SCHEDA GMB VERIFICATA (VERIFIED GMB LISTINGS): ovviamente, la tua scheda su GMB deve essere stata “rivendicata” e “verificata” correttamente. Senza questa verifica è impossibile gestire qualsiasi profilo CMB!

Come ottimizzare Google My Business: verifiche e correzioni da apportare alla tua scheda GMB

Come ottimizzare Google My Business: verifiche e correzioni da apportare alla tua scheda GMB

In questo praragrafo, ti consigliamo le verifiche che devi effettuare sulla tua scheda Google My Business con eventuali correzioni da apportare, per rendere la tua Attività pià visibile sulla mappa:

  • FOTO DI COPERTINA (COVER PHOTO): il formato ideale della “cover” di GMB è di 1024 x 576 pixels. Purtroppo, non è facile far visualizzare da GMB la foto di copertina che hai scelto; Google, infatti, tende quasi sempre ad ignorare le foto/immagini “spersonalizzate” (soprattutto quelle acquistato online) con location o sfondi “spersonalizzati” . Il mio consiglio è quello di scattare foto “naturali”della tua attività, insieme a qualche tuo collaboratore, magari immortalato durante il suo lavoro …
  • FOTO (PHOTO/IMAGES): per quanto riguarda le immagini/foto, non dimenticarti di realizzare sempre nuovi scatti o di caricare sempre nuovo materiale che rimandi in maniera significativa alla tua attività.
  • TELEFONO (PHONE): GMB ti da la possibilità di inserire 2 recapiti telefonici; ti consiglio di inserire sempre 2 numeri, in maniera tale che il cliente possa avere una seconda alternativa per contattarti telefonicamente.
  • DESCRIZIONE (DESCRIPTION): GMB ti offre la possibilità di inserire una descrizione della tua Attività fino a 250 caratteri. Il campo “description” è un campo strategico perchè, a seconda di come viene compilato, può contribuire ad incrementare le “conversioni” dei tuoi clienti potenziali sulla tua scheda: telefonate, messaggi, ecc… Come puoi facilmente intuire, ti consigliamo di inserire nel campo “descrizione” almeno una parola chiave relativa alla “categoria primaria” ed una relativa alla “categoria secondaria”.
  • DOMANDE E RISPOSTE (Q&A): GMB include una sezione per le domande e risposte riguardo ai prodotti/servizi che offre la tua Attività. Implementare correttamente una sezione “Q&A” assume una valenza strategica, perchè oltre ad offrire un servizio informativo al cliente, può consentirti di posizionare meglio le parole chiave legate al tuo business. Inoltre, per valorizzare al massimo questa sezione, ti consigliamo di inserire le stesse domande e risposte di GMB nella pagina FAQ del tuo sito internet.

CONSIGLIO: non aspettare passivamente le domande dei clienti; è meglio attivare anche i propri Collaboratori e i propri conoscenti in modo da implementare quanto prima una tua sezione Q&A. Questa attività può essere davvero molto utile, perchè ha anche la finalità di anticipare le richieste dei clienti, informandoli in anticipo sulle caratteristiche del tuo business.

  • PRODOTTI (PRODUCTS): la sezione Product è importantissima perchè mostra i prodotti del tuo lavoro agli utenti “local”. Quando compili questa sezione, è fondamentale che tu scelga immagini coerenti con i prodotti che vuoi mostrare. Se lo ritieni opportuno, puoi anche utilizzare delle gif animate.
  • RECENSIONI (REVIEWS): come anticipato, il numero e il rating delle recensioni influenzano significativamente il posizionamento della tua scheda GMB (un rating ideale è compreso tra 4,5 e 5). Ovviamente, ti consiglio di rispondere SEMPRE attute le recensioni dei tuoi clienti! Tieni presente, inoltre, che che le recensioni con foto/parole chiave lasciate dai tuoi clienti, hanno un valore particolarmente importante per Google!
  • CITAZIONI (MENTIONS): le citazioni sono un importante elemento di posizionamento SEO local. Si ha una “citazione” quando il tuo sito è menzionato in una directory commerciale o nei social, insieme al suo NAP (nome, indirizzo, telefono).
  • AGGIORNAMENTI (UPDATES): per finire, è fondamentale che le informazioni della tua Attività siano sempre costantemente aggiornate, soprattutto gli orari di apertura ei prodotti/servizi che offri. Updatare queste informazioni è fondamentale per dimostrare a Google che possiedi un’attività non solo presente, ma anche (e soprattutto) affidabile. L’obiettivo di Google, infatti, è offrire la migliore esperienza di navigazione possibile ai suoi utenti e per far questo premia quei business che ritiene più affidabili dal punto di vista informativo.

Potrebbero interessarti anche:

nimble_asset_freccia-call-to-action

Manuale Posizionamento SEO 2022

Creare una SEO Strategy efficace

Guida SEO Ecommerce

Apparire tra i primi sulla Mappa di Google

Corso Google My Business

Link diretto recensioni Google My Business