Obiettivi di un Venditore, esempi di obiettivi commerciali

Obiettivi di un Venditore, quali sono gli obiettivi di un Commerciale
Virtual sales, cold calling, sales pipeline management concept with tiny people. Sales management team vector illustration set. Call center, CRM lead conversion, telemarketing script metaphor.

Quali sono gli obiettivi di un Venditore? Quali sono gli obiettivi di vendita?

In questo articolio ti descriviamo i principali obiettivi di un Venditore, da quelli “più” importanti a quelli “meno” importanti:

  1. Fatturato (le vendite realizzate)
  2. Margine Commerciale
  3. N° clienti in portafoglio
  4. N° preventivi realizzati
  5. N° visite commerciali effettuate
  6. N° telefonate effettuate
  7. N° di e-mail inviate

Prima di approfondire questi “target” (detti anche “KPI”“Key Performance Indicators”), descriviamo i 2 requisiti fondamentali che dovrebbe possedere un Commerciale.

Primo requisito: conoscenza del prodotto “hard skills”

Il primo requisito chiesto a un Commerciale è la conoscenza “base” del prodotto/servizio che vende (“hard skills”).

Si dice che un Venditore debba conoscere almeno il 30% del prodotto/servizio che propone; in effetti non non puoi convincere un cliente ad acquistare un bene o un servizio se non sei sufficientemente competente in materia.

Devi sapere, infatti, che un “ingrediente” fondamentale della comunicazione “persuasiva” e quindi della vendita è l’“ASSERTIVITA”‘: la capacità di mantenere il proprio punto di vista, dando comunque spazio all’altrui opinione”.

Come fai a sviluppare assertività, sostenendo il tuo punto di vista, se non sei sufficientemente informato sul prodotto aziendale che vendi?

Secondo requisito: “soft skills” e “tecniche di vendita”

Il secondo requisito di un Commerciale sono le “soft skills” e la conoscenza delle “tecniche di vendita“.

Come già descritto nell’articolo le “competenze del Consulente Commerciale”, le principali “soft skills” di un Venditore sono:

  • capacità di adattamento.
  • Orientamento agli obiettivi.
  • Problem solving.
  • Proattività.
  • Creatività.
  • Time Management (gestione del tempo).
  • Capacità di lavorare in team.

Oltre alle competenze “soft”, è fondamentale che tu sappia:

  • effettuare un'”analisi della concorrenza”.
  • effettuare una “mappatura del territorio”.
  • Scrivere un’email commerciale.
  • Effettuare una telefonata commerciale per fissare un’appuntamento dal cliente.

Inoltre, devi essere in grado di condurre con efficacia una trattativa di vendita:

Obiettivi di un Venditore, 1° obiettivo: il fatturato (le vendite)

Il fatturato è l’obiettivo più importante per un commerciale; senza fatturato il venditore non ha motivo di esistere!

Come fare più fatturato? Se vuoi avere maggiore successo nella vendita, segui questi consigli:

  • sii positivo.
  • Sii costante.
  • Effettua una corretta “analisi delle necessità” del cliente.
  • Personalizza la tua comunicazione in funzione dello “stile” del tuo interlocutore.
  • Fidelizza il cliente: costruisci una relazione di “lungo periodo”.

Obiettivi di un Venditore, 2° obiettivo: il margine commerciale

Il secondo obiettivo di un Venditore è il margine commerciale; ci sono prodotti/servizi che portano un margine commerciale maggiore rispetto ad altri.

Come fare per incrementare il margine commerciale?

  • analizza con cura il tuo “portafoglio clienti” e proponi i prodotti a maggior margine ai clienti che potrebbero avere “specifiche” necessità.
  • Rimani costantemente in contatto con i clienti “attivi”, attraverso azioni di “cross-selling” /“up-selling” offrendo loro prodotti/servizi diversi o complementari a quelli già acquistati.
  • In fase di “trattativa” DIFENDI IL PREZZO! Se gestisci con efficacia le obiezioni di prezzo, non solo vend,i ma SALVAGUARDI IL TUO MARGINE COMMERCIALE!

3° obiettivo: il “Portafoglio clienti”

Se hai tanti clienti, hai “sempre ragione”! In linea di massima, un Venditore che ha un ampio “portafoglio clienti” è anche un Commerciale efficace!

Infatti, generalmente, alla quantità di clienti acquisiti si accompagna anche una certa qualità.

Come fare per sviluppare un buon portafoglio clienti?

  • Profila i tuoi clienti in base a: clienti “attivi”, clienti “non attivi” (quelli che non hanno acquistato nell’ultimo anno), clienti “persi” e clienti “prospect”.
  • Per ogni “cluster” clienti attiva delle azioni promozionali specifiche in funzione delle loro caratteristiche e delle loro necessità.
  • Contatta e visita periodicamente tutto il tuo portafolgio clienti.

4° obiettivo: n° preventivi realizzati

Io non conosco nessun Venditore che “vende” senza realizzare offerte commerciali … tu ne conosci qualcuno?

Generalmente, il Commerciale che “vende” è quel professionista che elabora un “buon” numero di preventivi, in funzione dei “KPI” affidati dalla Direzione Commerciale: telefonate, email, incontri commerciali, ecc …

ATTENZIONE! Per diventare un Commerciale efficace (che raggiunge i propri obiettivi di vendita) devi essere anche efficiente, sforzandoti di preparare SOLO I PREVENTIVI REALMENTE NECESSARI.

NB: ogni Azienda, in funzione del settore in cui opera e dei prodotti/servizi che propone, ha una specifica “Redemption” di preventivi in funzione di incontri, telefonate o e-mail commerciali effettuate dai propri Venditori.

Ad esempio, se effettui 30 visite commerciali a clienti potenziali e proponi 10 preventivi, la tua Redemption è del 33.33%

Redemption: (10×30)/100 = 33.33%

Obiettivi di un Venditore, 5° obiettivo: n° visite commerciali

Se NON effettui incontri commerciali (“in presenza” o “virtuali”) difficilmente portai creare preventivi utili … se non realizzi offerte commeriali NON vendi!

Le visite commerciali sono il 5° importantissimo obiettivo che la Direzione Commerciale di un’Azienda affida alla propria rtete vendita.

“Piu’ giochi”, “piu’ vinci”! Se vuoi incrementare le probabilità di chiusura, devi impegnarti a realizzare quante piu’ visite di “qualità” possibile.

Cosa intendo per “visite di qualità”? Intendo quegli incontri con clienti potenziali che effettivamente potrebbero essere interessati al tuo prodotto/servizio.

NB: anche in questo caso, ogni Azienda, in funzione del settore in cui opera e dei prodotti/servizi che propone, ha una specifica “Redemption” di inconri commerciali da effettuare, in funzione di telefonate o e-mail commerciali realizzate dai propri Venditori.

Obiettivi di un Venditore, 6° e 7° obiettivo: n° telefonate + e-mail commerciali

Anche su questo aspetto, converrai con me che se NON effettui un sufficiente numero di telefonate, (accompagnate da e-mail “one to one” personalizzate), difficilmente fisserai degli appuntamenti in azienda!

Pertanto, Il consiglio che mi sento di darti, è di realizzare almeno 10 telefonate al giorno, verso tutte le tipologie di clienti nel tuo portafoglio.

In questo modo, potrai fissare varie tipologie di incontri:

  • PRIME VISITE”: finalizzate a presentare pe rla prima volta il tuo prodotto/servizio ai clienti “potenziali”.
  • “SECONDE VISITE”: finalizzate a discutere le tue offerte commerciali ai clienti “potenziali” visitati n precedenza.
  • “TERZE VISITE”: finalizzate al folow-up o alla “chiusura” della vendita.
  • “VISITE DI CORTESIA”: presso clienti “attivi” per informarli su novità di prodotto/servizio con lo scopo di “cross-selling”/”up-selling”.

Per quanto riguarda le e-mail, il mio consiglio è NON inviare e-mail generiche, SENZA AVER PARLATO PRIMA CON IL TUO INTERLOCUTORE … serve a poco o a nulla!

Meglio inviare e-mail personalizzate a un referente con il quale ti sei già interfacciato almento telefonicamente.

Obiettivi di un Venditore

Sai definire e verificare gli obiettivi dei tuoi Venditori?

Contattaci, ti affianchiamo durante questa fase “strategica”

default img

Contattaci come preferisci

Oppure compila il Form

Ho letto l'informativa privacy Privacy Policy