Evidenziatore di Google sui contenuti: snippet preview con link a contenuti evidenziati

Evidenziatore di Google sui contenuti più in linea

Evidenziatore di Google sui contenuti: Google evidenzia i contenuti più “in linea” con la ricerca dell’utente

Evidenziatore di Google sui contenuti: Google evidenzia i contenuti “più coerenti” con la ricerca dell’utente (quelli più attinenti alla “query” digitata dall’utente) , mediante la “snippet prewiev” (contenuto in primo piano) che porta al contenuto evidenziato.

Cos’è una “snippet preview”?

Una “snippet preview” (contenuto primo piano) è una stringa particolare mostrata da Google nella prima posizione del risultati di ricerca. La “snippet” riassume i tratti salienti del sito o della pagina di riferimento mediante una formattazione particolare che cattura l’attenzione del navigatore.

Il 3 Giugno, in piena era Coronavirus e dopo anni di test, Google ha finalmente annunciato l’attivazione di una nuova snippet preview per evidenziare i contenuti di una pagina web.

Questa funzione è ora attiva sulla maggior parte degli “snippet in primo piano” di Google e sulla maggior parte dei browser Web.

Evidenziatore di Google sui contenuti: come funziona

Come funziona questa nuova funzione di Google?

  1. Effettua una ricerca su Google su desktop o mobile.
  2. Se vedi uno “snippet in primo piano”, cliccalo.
  3. Google potrebbe portarti e / o evidenziare il testo della pagina web che hai visto nello snippet in primo piano.
Evidenziatore di Google sui contenuti

snippet preview con link a contenuti evidenziati

Perchè è importante

Perchè è imporante questa nuova funzione?

L’evidenziatore di Google sui contenuti è importante perchè permette all’utente di saltare gli annunci meno in linea con la loro ricerca, passando direttamente al contenuto pertinente.

Le implicazioni a livello di posizionamento sembrano scontate: I SEO dovranno cominciare ad “ingegnarsi” per far salire i loro articoli nelle posizioni migliori, rivendendo anche le loro srategie di annunci pubblicitari e “call to action”