Novità SEO 2019: fattori, tendenze, strategie posizionamento su Google

Novità SEO 2019: ricerca vocale e ricerca mobile sempre più importanti.

Quali sono le novità SEO 2019?

Anche quest’anno, così come è stato per la SEO 2017 e la SEO 2018, la nostra Agenzia Web Marketing ti descrive i fattori SEO più importanti per pianificare le tue strategie di posizionamento su Google.

Due fattori su tutti: la “ricerca vocale” e la “ricerca “mobile” sono rapidamente in ascesa! Questo significa che chiunque abbia a che fare con la SEO, dovrà impegnarsi per ottimizzare i propri siti web in funzione di questi due fattori.

 

Novità SEO 2019: Ottimizzazione Ricerca Vocale (Voice Search Optimization):

Novità SEO 2019 - ricerca vocalePrima di tutto facciamo 2 considerazioni:

  • Più del 50% di tutte le ricerche su Google sono ricerche “mobile.
  • Di queste 50%, più del 20% sono ricerche “vocali”.

Questo significa che circa il 10% di tutte le ricerche su Google vengono effettuate con la ricerca vocale.

E’ stato stimato che nel 2020 il volume delle ricerche vocali incrementerà fino ad arrivare ad un totale del 50% di tutte le ricerche effettuate su Google.

Consiglio N°1:

A) Ottimizza il tuo sito per parole chiave quali: CHI, COSA, PERCHE’, DOVE, COME. Per la “local” SEO, inoltre, puoi utilizzare parole come “VICINO A ME” o il NOME DELLA LOCATION.

B) Ottimizza i tuoi contenuti in modo da apparire nel primo risultato, ancora meglio nelle “featured snippet”, poichè la ricerca vocale “pesca” solo i primi risultati della SERP di Google.

C) Migliora l’autorità del tuo dominio con strategie di link building costruite con siti ad elevata reputazione; evita backlinks di bassa qualità.

 

Novità SEO 2019: Ottimizzazione Mobile (Mobile First Indexing):

SEO e ottimizzazione mobile, mobile optimizationCome già accennato nell’articolo riguardante l’indicizzazione prioritaria mobile , nel 2018 Google ha dato un’enorme impulso al“mobile first indexing”.

Cos’è il Mobile First indexing?

il “Mobile First Indexing” è definito da Google come “il modo in cui Google stesso scansiona un sito web”.

Con l’indicizzazione “mobile-first indexing”, Google privilegia la “versione mobile” dei contenuti delle pagine per l’indicizzazione e il ranking, favorendo l’esperienza di ricerca gli utenti “in movimento” (che sono ormai la maggioranza).

In sostanza, Google crea e classifica i suoi elenchi di ricerca in base alla versione mobile del contenuto, anche per le “query” mostrate agli utenti desktop.

Nel 2020 ci sarà un ulteriore impulso all’ utilizzo della versione “mobile” per indicizzare e posizionare i contenuti su Google.

Consiglio N°2:

A) Realizza un sito responsive che si possa adattare automaticamente agli schermi dei device degli utenti in “movimento” (smartphone, tablet ecc …).

B) Riduci la dimensione delle immagini (la loro altezza e la loro larghezza) in modo da comprimerle al meglio, facendole caricare più velocemente.

C) Riduci al minimo il tempo di caricamento delle pagine – vedi speed test.

D) Minimizza HTML, CSS e JavaScript delle pagine – vedi speed test.

NON UTILIZZARE POPUPS.

NON INSERIRE NELLE PAGINE ELEMENTI TROPPO VICINI TRA LORO.

 

Il Brand come fattore di ranking (Brand as Ranking Signal):

Brand mentions

Un’altra novità SEO 2019, già anticipata nel 2018 è l’importanza delle menzioni del Brand (Brand Mentions) per migliorare il ranking su Google.

Secondo Google, infatti, i brand menzionati sul web permettono all’azienda di accrescere non solo la sua pubblicità, ma anche la fiducia e la reputazione dell’azienda stessa. Dunque, grazie alla Brand Mentions, Google distingue meglio l’identità di un brand, migliorando o peggiorando il suo ranking nel motore di ricerca.

Consiglio N°3:

A) Menziona il tuo brand o il brand cliente all’interno del tuo sito ogni volta che è possibile, in maniera “naturale”. Ricorda che la Brand Mentions non necessita di un link! La situazione ideale è quindi affiancare alla classica strategia di backlink sui siti clienti, anche una strategia che valorizzi il tuo brand (facendolo menzionare) all’interno di questi siti.

 

Novità SEO 2019, ricerca su Amazon (Amazon Research):

amazon

 

La popolarità e l’utilizzo di Amazon è in continua ascesa.

Amazon non è un motore di ricerca universale come Google, ma sempre più persone vanno direttamente su questa piattaforma per fare shopping.

Secondo uno studio, è emerso che:

  • Il 56% dei consumatori visita Amazon prima di fare lo shopping.
  • Il 51% lo consulta dopo aver trovato qualcosa su altre piattaforme di shopping.

Cosa significa tutto ciò?

Consiglio N°4:

A) Se vendi qualcosa e non sei su Amazon, perdi il 56% dei potenziali clienti.

 

 

Ottimizzazione SEO locale (Local SEO):

novità SEO 2018 - ottimizzazione SEO localePuoi migliorare la visibilità della tua Attività anche se non stai vendendo nulla online? Assolutamente si!

La “Local SEO” può contribuire ad un’efficace promozione del tuo business; l’importante è analizzare le parole chiave più attinenti ed ottimizzare i testi delle tue pagine in base a queste ultime.

Consiglio N°5:

A) Ottimizza il tuo sito web per le parole chiave basate sulla posizione ( parole come “dove”, “vicino a me” e “in città”. Ad esempio: “Dove comprare una bicicletta?”

B) Crea una scheda su Google My Business, rivendicando l’indirizzo della tua Attività, in modo da comparire almeno nelle prime 3 posizioni della mappa. Comparire nei primi 3 posti della mappa di Google è l’unico modo per essere trovati dai clienti che cercano i tuoi prodotti/servizi. Compila con attenzione la tua scheda in modo da metter bene in risalto  il tuo nome, il tuo indirizzo ed il tuo telefono.

C) Raccogli recensioni positive : dai sempre la possibilità ai tuoi navigatori di lasciare una recensione sul tuo sito. I clienti potenziali danno molta importanza ai commenti positivi inseriti sul tuo sito internet.

D) Costruisci una strategia di back link con siti locali sufficientemente autorevoli ed affidabili, in modo da promuovere in maniera reciproca ed efficace i business di tutta la rete locale.

 

Velocità Caricamento Pagine Web (Page Loading Speed):

novità SEO 2019, velocità caricamento pagineUn’altra novità SEO 2019 è monitorare la velocità di caricamento delle pagine del proprio sito web .

Un tempo basso di caricamento delle pagine web è da sempre un fattore positivo per l’esperienza di navigazione degli utenti …

… Dal 2018, inoltre, il Page Loading Speed è diventato un fattore di posizionamento SEO.

Esistono numerosi accorgimenti per diminuire il tempo di caricamento delle pagine web, rendendo il sito più fruibile … vediamo i principali fattori

Consiglio N°5:

A)) Ottimizza le tue immagini. Quasi tutte le immagini possono perdere alcuni kilobyte senza peggiorare la loro qualità.

B) Ottimizza il codice della pagina per farla caricare in maniera più rapida.

C) Prova a testare il plug-in Accelerated Mobile Pages. L’AMP ha la funzione di ridurre il codice eccessivo, migliorando il tempo di caricamento della pagina.

D) Scegli un server veloce per far “girare” il tuo sito..

 

>> Scarica la Guida SEO PDF 2019Guida SEO PDF 2019

Desideri maggiori informazioni per migliorare la SEO del tuo sito web?

Contattaci come preferisci:

338 280 2359

info@11marketing.it

Oppure compila il form:

Ho letto l'informativa privacy e do il mio consenso al trattamento dei miei dati in merito alla mia richiesta commerciale. Privacy Policy