Gli 11 fattori SEO TOP, tra cui 8 fondamentali per Google

Gli 11 fattori SEO TOP

Quali sono gli 11 fattori SEO più importanti? Conosci la SEO “che conta”!

Quali sono gli 11 fattori SEO TOP? Con oltre 200 indicatori di posizionamento, gli esperti SEO sono sempre alla ricerca di nuovi fattori di ranking che possano modificare a proprio vantaggio gli “equilibri” sulla SERP di Google.

In questo articolo ti descriviamo la SEO “che conta”: gli 11 fattori SEO TOP (tra i quali 8 fattori fondamentali per Google), che influiscono sul posizionamento del tuo sito web.

Inoltre, sotto ogni “fattore”, ti consigliamo il tool o lo strumento da utilizzare per effettuare le tue analisi, ottimizzando al meglio il tuo sito internet.

Gli 8 fattori di ranking fondamentali per Google

Gli 8 fattori SEO fondamentali per Google sono:

1) Backlinks

I backlinks sono i link esterni che puntano al tuo sito. Più questi link sono autorevoli e coerenti con gli argomenti che tratti e più hanno valore.

Strategia di ottimizzazione: il metodo più efficace per far crescere i tuoi backlink di qualità è utilizzare SEO SpyGlass. Questo tool analizza i backlink dei tuoi concorrenti principali, confrontandoli con quelli tuoi.

2) Semantica

Ricordati di ottimizzare sempre le tue pagine web con alcune parole chiave rappresentative del tuo business! Oviamente non esagerare nell’utilizzo di queste keywords e sforzati di scrivere in maniera “naturale”, con un intento “informativo”.

Strategia di ottimizzazione: un modo utile per ottimizzare la semantica delle pagine e dei tuoi articoli è utilizzare SEO Content Editor Tool, un’applicazione che ti permette di analizzare le parole chiave primarie e secondarie che utilizzi, confrontandole con quelle dei tuoi concorrenti principali.

3) Tag HTML

I tag HTML permettono di far capire a Google e ai motori di ricerca quali sono le porzioni di contenuto più rilevanti delle tue pagine web. I tag più importanti sono il meta tag “title” e il meta tag “description”.

Pe ottimizzare correttamente a livello SEO una pagina web, è necessario inserire le tue parole chiave all’interno di questi tag, nelle immagini e in alcune sezioni del contenuto … ovviamente senza esagerare!

Strategia di ottimizzazione: utilizzando di il tool Website Auditor puoi verificare i punteggi di ottimizzazione relativi alle pagine principali. Se leggi dei punteggi bassi in corrispondenza di determinate pagine, significa che devi provvedere a ottimizzare meglio i tuoi articoli con i determinati tag.

4) Core Web Vitals

I “Core Web Vital” (i principali parametri vitali web) sono le recenti metriche sull’esperienza dell’utente.

Questi indicatori stanno assumendo sempre più importanza e diventeranno dei veri e propri fattori di ranking di Google. Queste metriche sondano la PRIMA IMPRESSIONE che l’utente ha quando visita una pagina, in base a: velocità di caricamento, grado di interattività della pagina, stabilità visiva del layout, ecc …

Strategia di ottimizzazione: per migliorare questi indicatori, Google raccomanda di prendere alcune precauzioni:

  • Per un caricamento più veloce: meglio risposte del server più rapide, meno JS e CSS che bloccano il rendering e caricamento delle risorse più veloce.
  • Per una migliore interattività: utilizzare meno JS.
  • Per una migliore stabilità visiva: utilizzare immagini più leggere.

5) Comportamento dell’utente

Analizzare e monitorare costantemente le metriche sul comportamento del navigatore è fondamentale per migliorare l’esperienza dell’utente sul tuo sito. Alcune tra le metriche più importanti sono:

  • la percentuale di clic (CTR),
  • la frequenza di rimbalzo,
  • la profondità della sessione.

Strategia di ottimizzazione: dei tool eccellenti per studiare e migliorare queste metriche sono Google Analytics e Google Search Console.

6) Structured data

I dati strutturati possono essere utilizzati per taggare autori, valutazioni, caratteristiche del prodotto, ecc ..

Strategia di ottimizzazione: per inserire i dati strutturali, puoi affidarti a Google’s Structured Data Markup Helper. Scegli il tipo di markup (articolo, attività locale) e invia un link alla pagina che desideri migliorare. Successivamente, evidenzia le porzioni di testo e scegli i tag corrispondenti. Al termine, salva il file HTML e caricalo sul tuo sito web.

7) Google My Business

Nel caso non lo avessi già fatto, rivendica la mappa della tua attività, ottimizzala con tutte le informazioni utili ai tuoi clienti e aggiornala con post riguardanti novità di prodotto/servizio.

Grazie all’ottimizzazione di GMB puoi migliorare la tua strategia SEO locale, rendendo la tua attività più rintracciabile e quindi più visibile agli utenti che sono nelle vicinanze.

8) Ottimizzazione Mobile

Il “Mobile First Indexing” è stato completamente implementato e la versione “mobile” dei siti web dovrà essere perfettamente funzionante.

Se vuoi che il tuo sito web abbia qualche possibilità di posizionarsi nei risultati di ricerca, devi assicurarti che sia progettato per gli utenti mobili!

Strategia di ottimizzazione: puoi everificare se la tua pagina è ottimizzata per i dispositivi mobili, con il test di “ottimizazzione mobile” di Goolge.

Gli 11 fattori SEO TOP: 3 strumenti “utili” secondo 11marketing

Oltre agli 8 fattori descritti, la nostra Digital Agency , in base alle esperienze maturate nella disciplina della SEO, ne ha sperimentati altri 3 fattori particolarmente interessanti:

9) Nome del dominio

La corretta scelta del nome del dominio del tuo sito web è uno dei fattori di posizionamento più importanti.

Un esempio perfetto è se riuscissi a scegliere un dominio che contiene che oltre a contenere il nome della tua attività, annoveri, contemporaneamente, una parola chiave coerente al tuo business Es: 11marketing.it

Strategia di ottimizzazione: puoi verificare la disponibilità dei domini sul sito web di un semplice fornitrice di hosting, es: www.register.it

10) Analisi “SWOT” SEO

Un utile strumento strategico per analizzare la tua attività rispetto a quelle dei tuoi competitor principali è l’ analisi SWOT SEO.

Questo schema ti permette di prendere maggiore consapevolezza sui punti di forza, punti di debolezza, le opportunità e le minacce relative al tuo Business, facendoti risparmiare tempo e denaro (budget marketing)

Strategia di ottimizzazione puoi approfondire la l’Analisi SWOT in questo esempio: SWOT Analysis.

11) Attività SEO “off line”

Per dare più impulso alla tua strategia di posizionamento, puoi utilizzare Direct Marketing a supporto sella SEO per far “atterrare” più visitatori/clienti potenziali su l tuo sito web.

Direct Mail Marketing e Telemarketing sono strumenti utilisimi per promuovere il tuo sito web, incrementando le visite sul tuo blog!