Controllo SEO Sito Web, verifica SEO sito

Controllo SEO Sito Web: tool verifica SEO

Quali sono i fattori chiave che influenzano il SEO  e la usabilità del tuo sito web? On line troviamo numerosi tool, più o meno validi, che possono fornirti utili indicazioni in merito!

Uno dei migliori tool per il controllo SEO sito web è WOORANK.

Vediamo insieme quali sono SEO ON PAGE da monitorare per una buona indicizzazione ed un buon posizionamento del tuo sito web:

realizzazione-posizionamento-siti-web

TAG “TITLE”:

Il tag title deve contiene dai 10 ai 70 caratteri. Assicurati che questo tag contenga la tua focus keyword!

tag title
Tag title, cerchiato in rosso

“META DESCRIPTION”:

La meta description deve contenere tra i 70 e i 160 caratteri (spazi inclusi). Questo tag è visualizzato nella snippet preview” di Google (sulla SERP).

Ogni pagina web deve avere una descrizione meta unica con all’intenro le parole chiave più importanti!

Un’ efficace meta descrizione è un vero e proprio “invito all’azione”: un potente messaggio pubblicitario che attira l’utente, facendolo “cliccare” e quindi arrivare sul sito web.

controllo seo sito web
Snippet preview con meta description cerchiata in rosso

TAG H1, H2, H3 …:

Utilizzare per il primo livello della pagina il tag H1; per i sottoparagrafi utilizzare i tag: H2, H3, H4 …. H6.

IMPORTANTE: Inserire sempre le parole chiave principali all’interno di questi tag, ricordandosi di non inserire più di un H1, dentro la stessa pagina!

IMPORTANTISSIMO: diversificare i tag nelle varie pagine: non utilizzare titoli H1, H2, H3, identici!

 

ESEMPIO:

<h1>Consulenza Marketing</h1> (Tag H1 – in grassetto e più in evidenza rispetto al resto dei contenuti)

<p>Testo introduttivo riferito al Tag H1</p>

<h2>Consulenza Marketing PMI</h2> (Paragrafo 1 – Tag H2)

<p>Testo del Tag H2</p>

<h3> Piani di Marketing</h3> (Paragrafo 1.1 – Tag H3)

<p>Testo del Tag H3</p>

<h3>Siti web</h3> (Paragrafo 1.2 – Tag H3)

<p>Testo del Tag H3</p>

 

 

ATTRIBUTO “ALT” NELLE IMMAGINI:

Inserire sempre nell’attributo “alt” delle immagini, la parola chiave d’interesse!

Esempio in “rosso”:

<img class=”wp-image-12985 size-full” src=”https://11marketing.it/wp-content/uploads/2016/02/controllo-seo-sito-web-snippet-preview-2.png” alt=controllo seo sito web” width=”538″ height=”131″ />

 

QUANTITA’ DI TESTO … E SOPRATTUTTO QUALITA’:

“CONTENT IS KING”! Un buon sito ottimizzato SEO è soprattutto ricco di utili contenuti per gli utenti! Fattore SEO principale degli ultimi anni!

 

PAGINE INDICIZZATE:

Indica Il numero delle pagine del sito indicizzate da Google: obiettivo fondamentale è avere il massimo numero di pagine indicizzate dai motori di ricerca.

Un basso numero di pagine indicizzate, indica che ci sono problemi interni nella struttura del sito (ad esempio una cattiva struttura di link interni).

Per risolvere questa problematica è fondamentale:

  1. Costruire una buona struttura di link interni;
  2. Investire nei back – link (link in ingresso al proprio sito web, provenienti da altri siti );
  3. Registrare la propria MAPPA XML  sui principali motori di ricerca.

 

“IN-PAGE LINKS”:

Una buona quantità e qualità di link interni al sito è raccomandata!

Per migliorare il posizionamento del  sito web su Google, rafforzandone tutta la struttura, è importante correlare i diversi argomenti trattati,  “linkando” tra di loro le diverse pagine del sito internet.

Ovviamente i link interni dovranno essere coerenti, con un “anchor text” diversificato!

 

“BACK LINKS”:

Investire nei back links (link da siti autorevoli, con argomenti attinenti al proprio) che puntano al nostro sito! Questo fattore può rafforzare la struttura ed il posizionamento del nostro sito!

 

URL – REWRITE:

Scrivere “URL” (indirizzi pagine web):

  • possibilmente brevi;
  • con la parola chiave all’interno;
  • senza stringhe query.

Talli URL sono “SEO FRIENDLY” e molto più leggibili agli utenti.

 

LINK ROTTI – “BROKEN LINKS”

E’ importante non avere link “rotti”: link che se cliccati, portano ad una pagina di errore all’interno del nostro sito!

Troppi link rotti sono “mal visti” dai motori di ricerca e non sono utili agli utenti!

 

freccia

NOVITA’ E TENDENZE POSIZIONAMENTO SEO 2016

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.